Newsletter

Ricevi il bollettino meteo di Umbrialive!

Iscriviti

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
21-10-2017, 08:28
Italian English French German Spanish
Alta Valtiberina - Dove dormire

Residence San Bartolomeo
Via San Bartolomeo, 4
06100 Città di Castello (PG)
Tel: +39 075.8521406, 339.4136905
Residence San Bartolomeo
Nell'immediata adiacenza del principesco Palazzo Vitelli a S. Egidio (uno dei cinque grandi palazzi della famiglia che dominato Città di Castello per quasi tre secoli), è situato il complesso Residenziale di S. Bartolomeo. Più di un residence poichè per la sua storia vecchia di secoli il fabbricato è testimone di una fetta di storia dell'antica Tiferno legata all'ospitalità.

Dobbiamo infatti risalire agli anni precedenti all'ampliamento verso levante della cinta murata della città quando, a ridosso del nucleo "Borgo Nuovo", una piccola comunità di "fraticelle" ebbe ad erigere una chiesetta con annesso conventino dedicato al Santo Bartolomeo.
Era ai tempi consuetudine che le comunità "mendicanti" non venissero insediate dentro le mura civiche ma, per meglio provvedere alla cura delle anime e all'assistenza dei viandanti, queste risiedessero "fora dalle mura". La comunità dei "fraticelli di S.Bartolomeo" comunque, riuscì a dare vita anche ad uno Hospedale dentro il centro abitato che, proprio in virtù delle finalità da ospitare, venne chiamato "della Fraternita". Il servizio di "ospitalità" ebbe un lungo periodo di attività fino a quando la comunità cessò per le note vicende legate alla riforma degli Ordini Francescani". La comunità dei "fraticelli" fu sciolta, l'hospedale, che per tanto tempo era stato luogo di accoglienza, ceduto alla Municipalità Tifernate, e il complesso di S. Bartolomeo "passato" ai Benedettini di Piave Subcastelli che continuarono l'opera di ospitalità fino a quando la struttura divenne sede dell'Università dei "fabbricanti di corazze" che, al caso, ebbero a sperimentare la prima forza di mutua assistenza tra gli aderenti.

Con l'arrivo dei napoleonici e le leggi legate all'esproprio dei beni delle comunità religiose del 1870 il complesso restò fermo per alcuni lustri per riprendere poi la sua antica "vocazione" di ospitalità in questi ultimi decenni.

Trasformato in un elegante Residence oggi, il complesso, moderno e confortevole, è tornato alle sue naturali origini: quelle del "servizio dell'ospitalità". Aggiornato nelle strutture continua a vivere e rivivere nello spirito dell'accoglienza.

Gli appartamenti
Al piano terra del Residence potete trovare i servizi comuni: un ampio ed artistico salone con mattoni e travi a vista, l'angolo cottura con televisione, riviste, libri ed un piccolo chiostro con antico lavatoio.
Al primo e secondo piano troviamo quattro appartamenti composti ognuno da due camere, cucina con angolo cottura, servizi con doccia e riscaldamento indipendente.

Il vecchio campanile con le sue simpatiche camerette, accoglierà i più fortunati.
Alcuni appartamenti hanno un'invidiabile panorama sui giardini dello storico Palazzo Vitelli.

Il Residence è adiacente a Piazza Garibaldi da dove parte il servizio Bus urbano.

A fianco del Residence si trova Palazzo Albizzini dove risiede parte della Collezione Burri.

Alcuni appartamenti si trovano davanti al magnifico Parco Vitelli che ogni anno ospita la Mostra del Tartufo e dei prodotti del bosco, del Mobile in Stile e il Festival delle Nazioni.
Banner
Banner
Banner
 48 visitatori online
© Copyright Umbriameteo snc - Design by 300dpi STUDIO - Sviluppo danielefazzioli.com